Meglio accendere una speranza che brancolare nell'oscuritÓ.

La luce al di lÓ del buio.

Depressione reattiva

La depressione reattiva, fa parte delle Depressioni Psicogene, che sono uno dei tre grandi gruppi in cui si differenziano le forme cliniche di depressione, che sono le DEPRESSIONI SOMATOGENE, che possono essere Organiche, se dovute a tumori cerebrali, paralisi progressive, arteriosclerosi, oppure Sintomatiche, che si riferiscono ad un quadro clinico postoperatorio, postinfettivo, tossico, le DEPRESSIONI ENDOGENE, ovvero le forme classiche di depressione pi¨ diffuse e conosciute, che potremmo suddividere tra Periodiche, caratterizzate da fasi unicamente depressive e quindi Monopolari, e Cicliche, con decorso Bipolare, quando alla fase unicamente depressiva, si alterna quella caratterizzata da forte ansietÓ e le DEPRESSIONI PSICOGENE, delle quali fa parte, appunto la La Depressione Reattiva, che Ŕ una forma caratterizzata da una reazione eccessiva ad eventi tristi e luttuosi, vissuti come gravi perdite, quali la delusione amorosa, l'insuccesso nell'affermazione sociale, la frustrazione delle proprie aspettative. Ai fini diagnostici Ŕ molto importante individuare la distinzione tra le Depressioni semplici, Monopolari, Nevrotiche, ( ENDOGENE ) dove le motivazioni non sono chiaramente presenti alla coscienza, dalla Depressione Reattiva (PSICOGENA ) , dove si rivela determinante la classificazione della reazione della personalitÓ e i meccanismi psicodinamici che la determinano.